Intervista ai La Piena

RIOTZINE: Ciao ragazzi! Benvenuti sulla nostra webzine! Innanzitutto parliamo un po’ dei La Piena! Come vi siete formati?

LA PIENA:

Il progetto la Piena nasce circa 4 anni fa dalla voglia di fare qualcosa di diverso nella nostra provincia (GR), il progetto è partito un po’ per cercare di aggregare gente che ama un certo tipo di musica. Il tutto è andato un po’ a rilento perché tutti i membri avevano progetti musicali paralleli: Carlo cantava negli Scum, Alessandro era la batteria Vanz, Leonardo chitarrista e voce dei Colonnelli, Nicola chitarrista nei Godog, Davide basso degli ex Toxic Discomfort. Quindi dopo aver fatto le classiche cover abbiamo cominciato a portare riff nostri e da lì è partita la scintilla.

RIOTZINE: Da pochissimo è uscito il vostro primo album, “Nel buio! Riassumetecelo un po’. Come è nato? E qual è il concept sul quale vi siete basati?

LA PIENA: Nel Buio è un album che abbiamo sviluppato dal momento in cui è arrivato 3 anni fa in pianta stabile Nicola alla chitarra mentre Leonardo, il primo chitarrista, ha preferito percorrere altre strade. Da lì è nato un buon affiatamento tra noi e ci siamo dedicati seriamente alla creazione dell’album. L’album è completamente autoprodotto e Mixato da Nicola Piovanello registrato tra un picco e l’altro della pandemia 2020, in più vanta tante coo produzioni tra cui:

CAVECANEM D.I.Y(presso il loro studio abbiamo registrato basso e batteria), DINOMITE RECORDS, NKTN REHORZ, IMPETO RECORDS, OSTIA RECORDS, RUMORI IN CANTINA, TUSCIA CLAN, KANSASSITI. Inoltre ai cori partecipano Simone e Digio dei PRESSA.

Per quanto riguarda il sound, in questo album ha come linea guida il PUNK HC, ma con parecchie sfumature di suono, si passa dal Thrash Metal al Punk all’Oi strizzando un pò l’occhio al Death; il tutto chiaramente dovuto alla varietà dei nostri stili musicali ascoltati precedentemente.

RIOTZINE: Voi fate un hardcore vecchia scuola molto diretto. Quanto è importante per voi comunicare idee attraverso la musica? E qual è il messaggio generale che vorreste sia colto da chi vi ascolta?

LA PIENA: Per noi è molto importante comunicare un messaggio di protesta in questo momento in cui ti fanno pensare che tutto vada bene. Noi nel nostro piccolo abbiamo decido di ribellarsi a questo sistema che fa acqua da tutte le parti. Nei testi si affrontano problemi di tutti i giorni, si parla di emigrazione, morti sul lavoro, droga, di cambiamenti che siamo costretti a ad affrontare per tenere il passo, facendolo a modo nostro senza peli sulla lingua.

RIOTZINE: La copertina è molto particolare. Chi l’ha creata? Cosa rappresenta e perché?

LA PIENA: La copertina ed il logo della band sono opera di Michele Guidarini, un caro amico e super artista del Monte Amiata. La foto originale è una foto scattata nel 1956 e rappresenta la costruzione di Albinia, paese di provincia dove alcuni di noi vivono. Purtroppo fu messa in ginocchio nel 2012 da un devastante alluvione. Il nome La Piena è un po’ per ricordare quello che è successo; non tanto per la devastazione della “piena” stessa, ma per ricordare l’unità della comunità in cui viviamo, che con i suoi pregi e i suoi difetti nella disgrazia dell’accaduto dovuto alla negligenza di un sistema che non funziona, ha aggregato tutti in aiuti umanitari mai visti prima, cosa che stiamo cercando di fare musicalmente qua a Grosseto, creando un’onda di Piena di musica costruttiva però.

RIOTZINE: Sono ricominciati i concerti! Com’è stato tornare a suonare dal vivo? Raccontateci qualcosa dei vostri ultimi live!

LA PIENA: Covid permettendo abbiamo ricominciato a fare qualcosa: siamo andati a suonare ultimamente a Bologna, stiamo cercando di creare nuove situazioni per promuovere il nostro album che mi auguro sboccino a breve, l’attività nei live come molti si è fermata, ma ricordiamo volentieri le nostre uscite e il mini tour insieme ai nostri amici Pressa a Bergamo e Treviso, dove veramente ci siamo spaccati e dove sono nate delle nuove amicizie importanti!

RIOTZINE: Spazio libero!

LA PIENA: Vi ringraziamo per lo spazio da voi concesso. Il nostro disco è su tutte le piattaforme, YOU TUBE, BAND CAMP, SPOTIFY, quindi dategli un ascolto e mettete un like alle nostre pagine su Facebook ed Instagram. Se volete acquistarlo, potete rivolgervi ai nostri cooproducers oppure contattateci sulle nostre pagine.. Sono disponibili il vinile 180 gr di varie colorazioni e il CD.

Non mollate mai! Continuate a credere in quello che fate sempre!! STAY HC!! Supportate le band dei vostri dintorni, andate ai concerti e ricordate che sono le piccole cose che fanno la differenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...