Recensione di “Future Wars” dei The Usurpers

Selce. Immaginate di ricevere una scaglia di durissima selce diretta in volto ad alta velocità. Questa è la sensazione con la quale mi sento di descrivere l’ascolto di questo disco.

Andiamo per ordine.

Loro sono i The Usurpers, band Punk Rock / Street Punk di Salt Lake City, Utah, USA, “Future Wars” è il loro primo album, uscito nel 2020, frutto di un’autoproduzione. In questo album non trovate sperimentazioni, ballad, cambi di ritmo e quant’altro. Qui trovate riff in power chord fortemente distorti, granitici, una voce profonda e cavernosa che sembra richiamare band Metal come Venom e Celtc Frost ed una batteria serrata. Basta. Niente fronzoli, niente compromessi. Ruvidità, brutalità e un suono roccioso.

Per noi Italiani sarebbe semplicissimo fare dei parallelismi con i nostrani Plakkaggio. Sono forse il gruppo più somigliante che al momento mi venga in mente.

Il suono, nonostante la sua rozzezza, è molto curato e professionale, le melodie, perché sì, c’è una certa melodia, nei riff anche aggressiva, si lega con testi esasperati che trattano in maniera brutale guerra, ribellione, e violenza da parte della polizia. Un preciso spaccato dell’ultima amministrazione americana. La  critica sociale e politica prende il sopravvento sotto forma di note musicali, trasformandosi in una vera e propria melodia rabbiosa e ringhiante, uno sfogo, una denuncia, ma anche un avvertimento. E queste critiche. tra l’altro sono legate tra di loro anche da ottime rime, cosa che purtroppo, troppo spesso, viene trascurata in generi aggressivi come questo. E’ a tratti sorprendente.

L’album, lo trovate scaricabile interamente e gratuitamente scaricabile sul loro sito, insiemne all’artwork da appiccicare sulla cassetta, se non volete comprare la copia fisica. E’ una band che per il DIY farebbe di tutto. Spiegano inoltre che, band e distro di tutto il mondo possono inviare il loro materiale in cambio del materiale della band, in uno scambio equo. 

Purtroppo dovremo aspettare di vederli dal vivo, visti i tempi che corrono. Ma appena possibile, sarebbe bello ospitarli in Italia per qualche data. Sono curioso di sentire la loro energia su disco riportata su un palco. Immagino sia travolgente.

Di Matteo Pizzuti

https://theusurpers.bandcamp.com/album/future-wars

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...