Recensione di “Vite sottovuoto” degli Effetti Collaterali

Eccoci ritornati agli albori del nuovo anno con la recensione del disco degli “Effetti Collaterali” uscito il 25 novembre, “Vite Sottovuoto”. Gli “Effetti Collaterali” sono una band punk rock di Bergamo, composta da 4 elementi, con Mirko come voce, Paolo alla chitarra, Daniel alla batteria e Carlo al basso. Il loro disco è stato anticipato dal singolo “Mallory”, ispirato alla figura di Mallory Knox del film “Natural Born Killers”, un personaggio fuori dagli schemi, controverso, una ribelle, libera dai limiti legislativi, ma anche dai pregiudizi e dai retaggi culturali che spesso impediscono la libera espressione umana. Il titolo dell’album riassume la condizione umana attuale di merce a basso costo imposta dal sistema, che opprime l’uomo, rendendolo schiavo, omologato e privo di passioni. I pezzi che personalmente mi hanno colpito di più sono stati “Avvoltoi”, “Vite sottovuoto” e “Pezzi di Odio”, che riprendono questo concetto sotto vari punti di vista. Dunque i testi sono ideologicamente impegnati, trattano di attualità e spronano l’ascoltatore a prendere consapevolezza del “sottovuoto” in cui è intrappolato e ad uscirne. Il sound degli “Effetti Collaterali” è influenzato dal punk rock italiano, stile Punkreas, ma si percepiscono anche motivi ska e hardcore punk nei riff e nella batteria tirata. Nel complesso è un buon primo album, anche se non innovativo, in cui si tiene molto fede alla vecchia scuola, con un sound “pettinato” degno degli anni 20 del 21° secolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...